Omicidio e tentato omicidio dopo il rito di affiliazione, lui si giustifica: "Mi hanno violentato, dovevano morire"

Confessione finisce nel fascicolo

Gli agenti portano via il bilanciere usato per l'omicidio di Andrew Yomi

"Hanno abusato di me, dovevano morire". Lo ha detto a un agente di polizia penitenziaria Michael Umoh, il nigeriano di 33 anni arrestato a Rieti lo scorso 22 gennaio 2019 per l'omicidio di Andrew Yomi, suo coetaneo massacrato con un bilanciere all'interno dell'ex Villaggio Olimpico, e sospettato del tentato omicidio di un altro connazionale ferito a colpi di machete in via Micca. Entrambi i delitti erano avvenuti il 17 gennaio 2019.

La dichiarazione è finita nel fascicolo aperto nei suoi confronti dal pm torinese Francesco La Rosa e naturalmente deve essere verificata. Le indagini della squadra mobile avevano portato a scoprire che nell'ottobre 2018 l'uomo era stato sottoposto a un non ben precisato rito di affiliazione a un gruppo non meglio precisato di suoi connazionali e che dopo questo era ossessionato dal desiderio di vendetta verso coloro che lo avevano sottoposto a tale rito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il giudice per le indagini preliminari Carlo Sabatini di Rieti, intanto, ha confermato per lui la misura della custodia cautelare in carcere. Umoh è difeso dall'avvocato Enrico Sacco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto nella notte: auto in un una scarpata, morti cinque ragazzi

  • Tifoso interista scommette sull'eliminazione della Juve dalla Champions: vince quasi 10mila euro

  • Maxi-incidente in tangenziale: quattro veicoli coinvolti, uno ribaltato e due in fiamme

  • Compleanno torinese per i 18 anni del figlio di Fabrizio Corona e Nina Moric: pronta una grande festa

  • Super-vincita al concorso a premi in tabaccheria: un fortunato si porta a casa 53mila euro

  • Viviana e il piccolo Gioele sono ancora scomparsi, ma oggi fatti avvistamenti 'importanti'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento