Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Donna torinese di 59 anni uccisa dal figlio a Milano

Secondo le prime informazioni potrebbe essere stato un omicidio-suicidio "programmato" a causa delle condizioni economiche nelle quali versa la famiglia

A Milano una donna di 59 anni è morta con i polsi tagliati in una stanza di albergo in Via Messina 10 a Milano. A ucciderla potrebbe essere stato il figlio di 31 anni trovato dalla polizia nella stessa stanza, anche lui con i polsi tagliati e ricoverato non in pericolo di vita al Niguarda. L'uomo è ora in stato di fermo. Secondo le prime informazioni potrebbe essere stato un omicidio-suicidio"programmato", viste le condizioni economiche nelle quali versa la famiglia.

La vittima si chiamava Elena Monni, di 59 anni, nata a Torino ma residente a Milano da tempo. Il figlio, arrestato per l'omicidio della madre (che sembra abbia lasciato scritti autografi in cui dichiara di aver concordato la sua fine) si chiama D.B. di 31 anni, anch'egli originario di Torino.

Secondo quanto raccontato dalla polizia, l'uomo in passato si é occupato di pubbliche relazioni a Milano e ora si troverebbe in gravi condizioni economiche. Situazione che condivideva con la madre, con la quale viveva in un appartamento nel centro di Milano. Con loro viveva anche un ragazzo bielorusso di 24 anni. Assieme avrebbero deciso di farla finita perché stanchi della propria condizione di indigenza e avrebbero scelto l'albergo Hermitage perché Biolcati aveva alloggiato diverse volte nella struttura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna torinese di 59 anni uccisa dal figlio a Milano

TorinoToday è in caricamento