menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rivoli: la morte per "cause naturali" di un'anziana diventa omicidio

Cesarina Rinaldi è stata uccisa da qualcuno e non morta in modo naturale come inizialmente si credeva. I Carabinieri hanno aperto un'indagine: l'assassino potrebbe essere un conoscente

L'autopsia non lascia spazio a dubbi: Cesarina Rinaldi, la 79enne trovata senza vita nella sua casa di Rivoli lo scorso 29 dicembre, non è morta per cause naturali come inizialmente si credeva, ma è stata uccisa da qualcuno. Lo confermano alcuni segni che l'anziana ha sul collo, tipici della morte per asfissia.

Quella che doveva essere archiviata come una morte per "cause naturali", si trasforma quindi in omicidio. Un delitto che però non ha apparentemente un movente, visto che i Carabinieri non hanno trovato segni di effrazione, né è stata denunciata la scomparsa di oggetti di particolare valore o contanti dall'abitazione dell'anziana donna. I militari in queste ore stanno comunque indagando per risalire non solo al "perché", ma anche al colpevole che potrebbe essere un conoscente della vittima.

I familiari nel giorno del 29 dicembre avevano trovato Cesarina nel suo letto come sempre. Credevano che dormisse, invece era deceduta qualche ora prima. Secondo il medico legale potrebbe trattarsi di soffocamento con un cuscino premuto sulla faccia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento