Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Strangolò la vicina di casa con una cintura, chiesti 12 anni di reclusione

L'omicidio della 52enne Alfonsina Bono di Asti avvenne il 31 ottobre 2009. Il suo vicino la strangolò con una cintura forse perché in preda ai fumi e all'alcol. In appello chiesta la conferma della pena

E' stata chiesta la conferma della condanna a 12 anni di reclusione per Giuseppe A., 63enne di Asti che, il 31 ottobre 2009, strangolò con una cintura la sua vicina di appartamento Alfonsina Bono di 52 anni. Il processo di appello si è aperto a Torino.


L'omicida e la vittima risiedevano nello stesso palazzo e si frequentavano da tempo. Erano soliti ubriacarsi insieme. La sera dell'omicidio, però, tra i due scoppiò un feroce litigio. "Mi chiedeva sempre dei soldi", raccontò il condannari ai carabinieri nel confessare il delitto, per giustificare il suo raptus. La circostanza, però, non è mai stata accertata. L'uomo agì in preda ai fumi dell'alcol e aveva anche assunto hashish. (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strangolò la vicina di casa con una cintura, chiesti 12 anni di reclusione

TorinoToday è in caricamento