Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca Via Alpe Colombino

Biker ucciso in una sparatoria a Giaveno: ragazzo non sconterà meno di 16 anni, riduzione in vista per il padre

La Corte di Cassazione ha ordinato un nuovo processo

I carabinieri sul luogo della sparatoria all'Aquila di Giaveno, che costò la vita ad Alessandro Gino

Un nuovo processo per rideterminare le pene per l'omicidio di Alessandro Gino, il biker di Villar Focchiardo ucciso all'Aquila di Giaveno l'11 gennaio 2017: lo ha stabilito lunedì 7 dicembre 2020 la Corte di Cassazione di Torino che ha però fissato un punto da cui non si potrà tornare indietro: Eric Romano, 23enne di Giaveno considerato l'autore materiale dell'assassinio, non potrà scontare meno di 16 anni di pena. Il suo ricorso è stato infatti rigettato, mentre è stato accolto quello del procuratore generale Nicoletta Quaglino per ascrivere a lui e al padre Claudio il reato del concorso nel tentato omicidio di Pierluigi Ozzello, che era stato investito da Manuel Morisciano, cugino di Eric.

Il processo dovrà essere celebrato davanti a una nuova sezione della Corte d'assise d'appello di Torino. La posizione più controversa è quella di Claudio Romano, 58enne ex assessore di Giaveno e padre di Eric (entrambi sono ora in detenzione domiciliare), che era stato condannato in appello a 14 anni e otto mesi di carcere (qui invece ci sono le pene inflitte in primo grado). Oltre all'accoglimento del ricorso del pg, che potrebbe portare a un aumento della sua pena, c'è stato infatti anche l'accoglimento del ricorso presentato dal suo avvocato, Stefano Tizzani, che contestava sia l'aggravante dei futili motivi che il non aver concesso l'attenuante di aver commesso un reato diverso da quello voluto. L'accoglimento di tali istanze potrebbe portare a una cospicua riduzione della pena. "La nostra speranza - dice Tizzani - è proprio che si arrivi a questo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biker ucciso in una sparatoria a Giaveno: ragazzo non sconterà meno di 16 anni, riduzione in vista per il padre

TorinoToday è in caricamento