Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Lucento / Via Borgomasino

Omicidio quartiere Lucento, la Polizia è alla ricerca del branco

Il ventiquattrenne morto per il brutale pestaggio, è stato lasciato in un bagno di sangue. Fermati due uomini, grazie alla testimonianza di un passante, mentre il resto del gruppo è riuscito a fuggire

La Polizia è alla ricerca dei complici dei due uomini fermati ieri mattina che, nella notte tra domenica e lunedì hanno ucciso brutalmente, a calci e pugni, un ventiquattrenne marocchino incensurato. Said Wahdoud, identificato grazie alle impronte digitali presenti all'ufficio immigrazione della questura di Rimini, è stato trovato già senza vita in via Borgomasino, nel quartiere di Lucento di Torino nord, in un lago di sangue e non sono ancora chiari i motivi del pestaggio.

Gli inquirenti ritengono che la lite potrebbe essere scoppiata per un banalissimo incidente stradale o per una discussione con una prostituta. Il branco che ha aggredito il giovane, massacrandolo brutalmente, è fuggito a piedi ma grazie alla testimonianza di un passante, la Polizia di lì a poco è riuscita a fermare due uomini del branco: un bulgaro e un albanese.

I due, interrogati dal pm Manuela Pedrotta che sta svolgendo le indagini, non hanno un'occupazione e sono senza precedenti. Uno di loro nega di aver preso parte al pestaggio poichè ubriaco mentre l'altro, al momento si rifiuta di parlare. Gli inquirenti continuano ad indagare sull'accaduto e sono alla ricerca di altri quattro o cinque individui, probabilmente tutti provenienti dall'Europa dell'est, che hanno contribuito all'uccisione del giovane. Nei prossimi giorni l'autopsia confermerà se Wahdoud è effettivamente morto per emorragia interna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio quartiere Lucento, la Polizia è alla ricerca del branco

TorinoToday è in caricamento