menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il luogo dell'omicidio

Il luogo dell'omicidio

Spara all'amico dopo una lite al bar: condannato a 15 anni

Pena ridotta in appello

Michele Renda, ex guardia giurata di 54 anni, sconterà 15 anni e otto mesi per l'omicidio del suo amico Giuseppe Del Prete, ucciso l'8 luglio 2016 con un colpo di pistola in strada Altessano in seguito a un discussione per motivi futilissimi. La vittima, che di mestiere faceva il piastrellista, aveva 52 anni.

Oggi, mercoledì 10 gennaio 2018, la Corte d'assise d'appello ha ridotto la pena di 18 anni inflitta in primo grado all'uomo, difeso dall'avvocato Wilmer Perga, per il delitto. In primo grado la pm Nicoletta Quaglino (applicata anche nel secondo grado di giudizio) aveva chiesto una condanna a 30 anni. Già nel vecchio processo, però, era stata esclusa l'aggravante della premeditazione.

Secondo la ricostruzione della squadra mobile, che aveva condotto le indagini, Del Prete quella sera avrebbe preso in giro Renda che era entrato in una vineria impugnando un arco. "Ma chi sei, Robin Hood?", gli aveva detto. Renda se l'era presa e i due avevano litigato furiosamente.

I due, calmati anche dall'esercente, sembravano avere fatto pace ma poco dopo Renda era tornato impugnando una pistola che era andato a prendere in casa e aveva sparato al petto di Del Prete.

I familiari della vittima sono stati rappresentati, nel processo, dall'avvocato Giulio Calosso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento