Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Nizza Millefonti / Via Nizza

Duplice omicidio in via Nizza: uno solo il killer, ma manca il movente

L'autopsia eseguita sul copro dei cugini uccisi in strada confermerebbe l'unica mano dietro gli omicidi. Mancano indizi e movente. Nessun riscontro dai video delle telecamere di sorveglianza

I killer non sono due, ma dietro il duplice omicidio di via Nizza ci sarebbe una mano sola. Un uomo che forse aveva intenzione di uccidere solo Abdelhamid Berdi, il cugino più anziano, e che potrebbe aver colpito con un fendente mortale anche Abdelhadi solo perché corso in soccorso del parente. Questa è delle piste che stanno seguendo il capo della Squadra Omicidi della Polizia di Torino, Luigi Mitola, e il capo della Squadra Mobile, Luigi Silipo, dopo l'autopsia eseguita dal medico legale Roberto Testi sul corpo delle vittime.

Per il momento gli indizi sono pochi per risalire ad un possibile omicida e al movente. Le coltellate potrebbero essere arrivate al termine di una lite, così come potrebbero essere premeditate. Non aiutano neppure i video di sorveglianza delle telecamere di via Nizza e piazza Carducci, che mostrano in alcuni fotogrammi solo le vittime mentre camminavano verso via Cherasco. Le indagini proseguono.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Duplice omicidio in via Nizza: uno solo il killer, ma manca il movente

TorinoToday è in caricamento