Occupano una villa di tre piani con piscina, ma vengono sorpresi dal figlio del proprietario

Denunciati dagli agenti del Commissariato Borgo Po

Immagine di repertorio

Non avendo altri posti dove andare a dormire, hanno scelto una sistemazione con tutti i comfort: una villa di tre piani con piscina sulla collina di Torino. Qui si sono stabiliti due uomini di nazionalità marocchina finché non sono stati scoperti dal figlio del proprietario che ha interrotto il loro soggiorno nella villa in Strada Comunale di San Vito Revigliasco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo aver trovato alcune stanze dell’immobile messe a soqquadro, il figlio del titolare ha chiamato gli agenti del Commissariato di Borgo Po che sono intervenuti in serata e all’interno della villa hanno trovato i due occupanti che dormivano. Alla fine i due sono stati denunciati per invasione di edifici.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il conduttore torinese a Verissimo: "Un medico mi disse che era solo un'influenza"

  • A 11 anni si allontana per non sentire litigare i genitori, dopo 10 km chiede aiuto a una guardia giurata

  • Investito dalla sua auto dopo avere dimenticato di inserire il freno a mano: è grave

  • “Potresti essere più gentile?”: dopo la richiesta lo picchiano alla fermata dell’autobus

  • Offerte di lavoro del gruppo Iren: le posizioni aperte a Torino

  • Uomo scomparso da mercoledì sera: ritrovato il corpo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento