Cronaca Regio Parco / Piazza Sofia

Piazza Sofia conquistata dai nomadi, residenti sul piede di guerra

Il quartiere Regio Parco non ne può più delle continue occupazioni del piazzale. Nei pressi del parco della Confluenza, inoltre, è allarme rifiuti e atti vandalici

I parcheggi di piazza Sofia sono tornati nuovamente sotto le grinfie dei nomadi. A lamentarsi sono i residenti e i commercianti del quartiere, stufi di una convivenza che dura da parecchi anni. Le immagini delle roulotte dentro il piazzale, a due passi dal parco della Confluenza, e dei cumuli di rifiuti sparsi tra marciapiedi e aree verdi danno un’idea di quello che si può trovare gettando un’occhiata tra le altalene e gli alberi.

Passeggiando nei pressi dell’area giochi, infatti, si possono notare le roulotte e i furgoni, trasformati in appartamenti, posizionati uno al fianco all'altro. Problema che si accentua di sera quando ai residenti tocca anche fare i conti con dei barbecue improvvisati e con tutta una serie di atti vandalici, di certo poco graditi.

Un’occupazione del suolo pubblico, l’ennesima, per la circoscrizione Sei. “Quei camper vanno e vengono da piazza Sofia – denuncia Michelangelo Gulli, presidente dell’associazione commercianti “Una finestra su Regio Parco” -. Vogliamo più controlli in quanto quello che sta accadendo viola le leggi vigenti sul nostro territorio. E a tal proposito ci auguriamo che la municipale non tergiversi sull’argomento”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Sofia conquistata dai nomadi, residenti sul piede di guerra

TorinoToday è in caricamento