Nel piazzale dell'area Ponte Mosca spuntano le baracche

Nelle ultime settimane la Città metropolitana ha provato a rimettere sul mercato i propri immobili. Compresa l'area che costeggia la Dora, ora al centro di un'occupazione

Da 20 anni si cerca dare una sistemazione e un futuro all’area Ponte Mosca, gigantesco terreno abbandonato compreso fra via Aosta, lungo Dora Firenze, corso Giulio Cesare e corso Brescia, nel quartiere Aurora. 

Nelle ultime settimane anche la Città metropolitana ha provato a rimettere sul mercato i propri immobili. Compresa l’area Ponte Mosca il cui valore si aggirerebbe intorno agli 8,1 milioni. I cartelli affissi nel quadrilatero avrebbero il compito – certo non facile - di attirare investimenti privati. Ma a complicare le cose ci sta pensando un’occupazione, abusiva di un gruppo di disperati. Con tanto di tende e materassi al seguito.
I ripari di fortuna si vedono anche dalla strada, i teli in nylon difficilmente passano inosservati. Oltre gli arbusti ecco materassi, coperte e vestiti.

«E nel giro di pochi giorni le baracche sono diventate due» spiega un residente. A denunciare la situazione c’è il capogruppo di Fdi della circoscrizione Sette Patrizia Alessi. «L’area Ponte Mosca non è nuova a questo genere di occupazioni - denuncia Alessi -. Prima i disperati andavano a dormire nelle fabbriche abbandonate, dove un romeno è per altro morto. Ora ce li troviamo persino nel piazzale». A chiedere lo sgombero anche il coordinatore ai Servizi Sociali Ernesto Ausilio. «Verificheremo subito cosa si può fare per quei ripari. E quante persone ci dormono dentro».
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • Dramma nella notte: uomo travolto e ucciso da un'auto pirata

  • Fine corsa per il pirata della strada, la sua auto era in carrozzeria: arrestato

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Cibo mal conservato e lavoratori "in nero": ristorante chiuso e multato per 39mila euro

Torna su
TorinoToday è in caricamento