Cronaca

La Camera approva la Buona Scuola, studenti assaltano il Miur

Il gruppo di studenti aveva in programma un presidio davanti al Castello del Valentino, dove era prevista la presenza del ministro Giannini. Il mancato arrivo di quest'ultima ha spinto i ragazzi al Miur

Una cinquantina di studenti - appartenenti in larga maggioranza al Last laboratorio studentesco - hanno occupato la sede del ministero dell'Istruzione in corso Vittorio Emanuele per protestare contro il progetto della "Buona Scuola", varato dal Governo Renzi e approvato poco fa dal Parlamento con 316 voti a favore e 137 contrari.

Il gruppo di ragazzi aveva in programma un presidio davanti al Castello del Valentino, dov'era atteso il ministro Stefania Giannini per la cerimonia di conferimento della laurea honoris causa a Leon O. Chua. I lavori in Parlamento hanno, tuttavia, costretto il ministro a rinunciare alla propria visita a Torino, scatenando la protesta degli studenti che, così, hanno assaltato il ministero dell'Istruzione. Dopo aver raggiunto gli uffici dei piani più alti hanno appeso dai rispettivi balconi uno striscione con su scritto "La scuola è nelle nostre mani, blocchiamo il decreto".

Il decreto sulla "Buona Scuola" ha scatenato negli ultimi mesi numerose proteste che si sono estese in tutta la penisola, coinvolgendo, in particolare, anche molti docenti. Lo sciopero indetto qualche settimana fa contro le riforme varate dal Governo Renzi ha, infatti, accolto circa il 50% di consenso anche da parte degli stessi insegnati. Le nuove normative continuano a non piacere e anche nel giorno dell'approvazione, gli studenti torinesi hanno voluto far sentire la propria voce. La protesta si è comunque svolta senza disordini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Camera approva la Buona Scuola, studenti assaltano il Miur

TorinoToday è in caricamento