Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Centro / Via Maria Vittoria, 39

Occupato il liceo Gobetti: "Subito i fondi per l'edilizia scolastica"

Gruppi di studenti hanno occupato il liceo Gobetti di Torino per manifestare il loro dissenso alle politiche governative e imprenditoriali

Da stamattina il Gobetti è occupato, la protesta studentesca prende forza.

Gli studenti hanno occupato il liceo Gobetti di Torino per manifestare - spiegano - il loro dissenso alle politiche governative e imprenditoriali. "Pensiamo - scrivono in un documento - che la soluzione alla crisi non siano i tagli lineari, non sia la libertà di licenziamento, non sia la privatizzazione dei servizi e dei beni comuni.

"Abbiamo visto - ci hanno raccontato gli studenti dello storico istituto torinese - come questi provvedimenti dipendano per la maggior parte non dal nostro statico (ex) Governo ma dalla Banca Centrale Europea, che, facendo ciò, si impone su ogni organo democratico del Paese, mentre la classe politica pensa a difendere i propri interessi e le grandi lobby economiche".

Coloro che hanno promosso la protesta chiedono, tra le altre cose, un immediato stanziamento di fondi per l'edilizia scolastica, l'eliminazione dei buoni scuola e l'interruzione dei fondi per le scuole paritarie. Sollecitano, inoltre, misure per combattere la disoccupazione e la precarietà e si dicono contrari al "finanziamento di grandi opere superflue come la TAV e delle missioni militari".

Durante la mattinata sono stati occupati altri due istituti scolastici, il liceo scientifico Gioberti e o scientifico Einstein.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Occupato il liceo Gobetti: "Subito i fondi per l'edilizia scolastica"

TorinoToday è in caricamento