menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Assalto alla sede del Pd, trenta studenti contro il "Jobs Act"

La manifestazione si è svolta pacificamente e, dopo l'identificazione da parte delle forze dell'ordine, gli studenti hanno abbandonato gli uffici. Gariglio: "Episodio spiacevole"

Assalto - pacifico - alla sede del Pd di via Masserano da parte di un gruppo di una trentina di studenti per protesta nei confronti del "Jobs acts".

L'episodio si è verificato ieri sera, intorno alle 18.30: i manifestanti - alcuni mascherati con l'effige bianca usata dai precari in protesta in questi anni - si sono introdotti all'interno della sede dove si trovava anche il segretario provinciale Fabrizio Morri.

Ad aprire il gruppo uno striscione con la scritta "Non in mio nome", in riferimento alle norme sul mercato del lavoro in approvazione in questi giorni in Parlamento. Secondo gli studenti, infatti, tale provvedimento condannerebbe l'Italia alla precarietà e alla disoccupaizone. Salvo qualche diverbio con i rappresentanti del Pd presenti in sede, la manifestazione si è svolta pacificamente. Dopo l'identificazione da parte delle forze dell'ordine, i ragazzi sono stati rilasciati ed hanno potuto abbandonare la sede.

Sull'episodio si è espresso anche il segretario regionale Davide Gariglio, secondo cui l'occupazione della sede di un partito rappresenta un gesto alquanto spiacevole: "Stupisce vedere proprio i giovani protestare contro una riforma che vuole introdurre tutele nuove a chi finora erano negate - ha affermato Gariglio -. Gli occupanti di oggi hanno scelto un modo plateale, ma che non drammatizzerei".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento