Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca Nizza Millefonti / Via Giulio Bizzozero, 26

I senzatetto occupano una palazzina in via Bizzozero. "Non vogliamo essere dimenticati"

I senza fissa dimora hanno occupato, ieri, una piccola palazzina di via Giulio Bizzozero, un tempo sede dei volontari delle olimpiadi. Il consigliere Maurizio Marrone: "Devono essere regolarizzati"

Avevano marciato a febbraio chiedendo di non essere dimenticati. La loro situazione, però, non è mutata: e così una decina di senza fissa dimora hanno occupato una palazzina in via Giulio Bizzozzero, in zona Nizza Millefonti.

Il fatto è accaduto ieri mattina. Un gesto spinto dalla necessità di avere un tetto sopra la testa, e che al contempo ribadisce i mille problemi che chi è rimasto senza niente deve affrontare ogni giorno: difficoltà di entrare nei dormitori necessità di potere accedere alla case popolari, difficoltà di reperimento di mense aperte anche la sera, e altre richieste ancora. Ad occupare la palazzina persone con un passato diverso, ma un identico e drammatico presente: “Ero un imprenditore con 80 dipendenti, presidente di una cooperativa, gestivo due negozi”, confessa Umberto, stroncato da Equitalia e poi sfrattato. E poi c’è Giorgio, romeno, in Italia da otto anni: “Facevo il metalmeccanico prima di finire in strada, un anno fa”. “La nostra situazione è vergognosa – ha dichiarato Michele, presidente del Comitato 'Senza fissa dimore' - ci auguriamo che possa cambiare in fretta”.

“A queste persone non sono state date delle risposte da quando, a febbraio, avevano manifestato”, ha commentato il consigliere di Fratelli d’Italia Maurizio Marrone, ieri presente in via Bizzozzero, assieme ai volontari di Soccorso Tricolore, che ha aiutato nell’operazione di ieri.

La palazzina di tre piani occupata era un centro logistico dei volontari delle olimpiadi invernali; poi, è diventata sede degli uffici della polizia municipale, e infine è stata abbandonata, anche se dal 2008 è cartolarizzata ad una società affiliata al Comune. “Chiediamo che questa situazione venga regolarizzata – ha spiegato Maurizio Marrone – si tratta di persone che vogliono ricostruirsi una vita, e che non creeranno disturbo al quartiere”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I senzatetto occupano una palazzina in via Bizzozero. "Non vogliamo essere dimenticati"

TorinoToday è in caricamento