Cronaca Aurora / Largo Brescia

Lavazza: una “Nuvola” ecologica a pochi passi dal centro

Il progetto "Nuvola" promosso da Lavazza e partito a dicembre 2011 trasformerà Aurora in un quartiere da vivere, a due passi dal centro e da Porta Palazzo

Sarà un’area all’insegna del design ecologico quella che sorgerà sulle macerie dell’ex Enel di largo Brescia, ormai abbandonata da anni. Tanto ecologico da candidarsi, come si legge sul sito web della Lavazza - che ha acquistato lo spazio di proprietà dell’Enel tra corso Palermo e via Bologna ed ha promosso il progetto “Nuvola” - “a ottenere la certificazione LEED (Leader in Energy and Environmental Design Green Building Rating System), uno dei più accreditati sistemi di valutazione della sostenibilità ambientale degli edifici”.
 
Una scelta di apertura alla città, insomma, quella promossa dal vicepresidente del gruppo Giuseppe Lavazza, e da Cino Zucchi, urbanista, e Cristiano Picco, esperto architetto. Il cantiere, che trasformerà Aurora in un quartiere in dialogo con il centro e con il resto della città, ha avuto inizio con l’abbattimento lo scorso dicembre di un primo fabbricato del complesso di edifici, e il suo termine è previsto per il 2015. La prima fase del progetto, che riguarda l’abbattimento degli stabili preesistenti, si concluderà ad Aprile. Entro il 2014 verrà poi creata la nuova sede dello IAAD, Istituto d’Arte Applicata e Design, e nell’anno seguente termineranno i lavori per la nuova sede degli uffici Lavazza, insieme alle numerose opere pubbliche collegate al progetto, come la creazione di parcheggi pubblici interrati e di una piazza pedonale.
 
La notizia dell’eliminazione di palazzi abbandonati e fatiscenti, in particolare, è positiva e fa ben sperare per la sicurezza e la legalità nel quartiere. Quello delle “case vuote”, come si legge su un murales in corso Palermo, è stato una macchia indelebile per anni. Contro il degrado e la chiusura degli edifici abbandonati, ecco finalmente uno spazio aperto e pubblico. “Grazie a questa trasformazione – dichiara Emanuele Durante, Presidente della 7° Circoscrizione – sarà possibile ripensare Aurora. Un quartiere la cui tendenza era all’allontanamento dal centro, che è stato nel passato toccato dalla crescita di problemi sociali, dalla svalutazione edilizia e dall’aumento dell’immigrazione, potrà puntare a un’inversione di tendenza, sfruttando la vicinanza al centro e ad aree a forte crescita urbana, come quelle di Barriera di Milano e Vanchiglia. Ad Aurora si incrociano via Bologna e Corso Palermo, che mettono il quartiere in contatto con Porta Palazzo, il centro e quello che in futuro sarà un importante campus universitario, lungo la Dora”. 
 
Non solo, al progetto “Nuvola” corrispondono anche numerosi vantaggi per la collettività, dalla ristrutturazione di largo Brescia alla creazione di passaggi pedonali e aree verdi. “Il tenore della vita ed il valore delle nostre case – si sente dire ai residenti – potrebbe migliorare nell’immediato futuro”.
 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavazza: una “Nuvola” ecologica a pochi passi dal centro

TorinoToday è in caricamento