menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'assessore regionale Saitta in visita al cantiere

L'assessore regionale Saitta in visita al cantiere

Nuovo polo sanitario di Venaria, l’opera sarà completata per l’inizio del 2019

Sopralluogo dell'assessore regionale Saitta al cantiere della struttura che sarà punto di riferimento per una popolazione di quasi 100.000 persone

Il nuovo Polo Sanitario di Venaria Reale verrà completato indicativamente entro il mese di gennaio 2019 e sarà il punto di riferimento per una popolazione di quasi 100.000 persone.

E’ un’opera necessaria e attesa da anni il cui completamento consentirà di riordinare tutti i servizi sanitari dell’area. Nella mattinata di giovedì 13 aprile l’Assessore Regionale alla Sanità Antonio Saitta, accompagnato dal Dr. Flavio Boraso, Direttore Generale dell’ASL TO3, ha visitato il cantiere i cui lavori procedono puntualmente nel rispetto dei tempi previsti.

Le strutture portanti dell’immobile, che hanno uno sviluppo di 11.000 mq., sono già completate al 60% e con il getto della seconda soletta sarà possibile, a breve, dar corso alla costruzione di tutte le pareti divisorie del primo piano pari a ben 20 mila mq di muratura (oltre ad una piccola parte di divisori  in cartongesso).

La struttura sarà raggiunta dalla rete dei servizi pubblici locali ed avrà una viabilità ed un ampio parcheggio dedicati. L’investimento complessivo è pari a 17,8 milioni di euro e deriva dalla sinergia di più istituzioni: 8,4 milioni provenienti da finanziamenti statali, 7,1 stanziati dalla Regione Piemonte, e 2,3 direttamente dall’ASL attraverso un mutuo decennale.

Attraverso la Società di committenza regionale (SCR) ed il Servizio Tecnico dell’ASL, Regione ed Azienda sanitaria effettuano un rigoroso monitoraggio dei tempi di esecuzione dei lavori nel rispetto del crono programma previsto nei contratti con la ditta appaltatrice.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento