Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca Rivoli

Liceo Darwin: crolla di nuovo un controsoffitto in un'altra aula

Un pezzo di soffitto è crollato nel liceo Darwin di Rivoli, la scuola dove alcuni anni fa il cedimento di un controsoffitto uccise uno studente, Vito Scafidi. Il nuovo crollo è avvenuto nell'aula attigua a quella della tragedia

E' crollato un pezzo di soffitto nel liceo Darwin di Rivoli, lo stesso in cui poco più di tre anni fa aveva perso la vita il giovane Vito Scafidi, a causa del cedimento di un controsoffitto. Il nuovo crollo, scoperto questa mattina, è avvenuto proprio nell'aula attigua a quella dove si verificò la tragedia. A rendersi conto del fatto è stato un carabiniere.

L'area nella quale è avvenuto il nuovo crollo era stata dissequestrata il 15 luglio scorso dal tribunale di Torino in occasione della sentenza del processo per la morte di Scafidi ma, secondo le prime notizie, non sembra fosse ancora nella disponibilità piena delle figure responsabili della gestione. A cedere - non si sa ancora quando - sarebbe stato un controsoffitto, proprio come l'incidente che uccise Scafidi. La Procura della Repubblica di Torino aprirà un'indagine di cui si occuperanno i magistrati del pool di Raffaele Guariniello, gli stessi del caso di alcuni anni fa.

Il Pdl ha commentato la notizia del nuovo crollo con sgomento. "Siamo sconcertati dalla notizia di un nuovo crollo della controsoffittatura nel Liceo Darwin" che "per fortuna non si è tramutato in tragedia", sono le parole del capogruppo del Pdl nel Consiglio Provinciale di Torino, Nadia Loiaconi. "Abbiamo presentato un question time urgente - aggiunge il vicepresidente dello stesso Consiglio, Giuseppe Cerchio - per approfondire la questione. Ribadiamo inoltre che la Provincia deve concentrare la sua attenzione sulla manutenzione degli edifici scolastici, un'attenzione che deve essere maggiore rispetto a quanto fatto nel passato". (Ansa)
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liceo Darwin: crolla di nuovo un controsoffitto in un'altra aula

TorinoToday è in caricamento