Cronaca Aurora / Via Urbino 5

Un nuovo circolo leghista davanti alla futura moschea di via Urbino

E' stato inaugurato un circolo leghista a pochi passi dalla moschea. La Lega osteggia il progetto per timore del fondamentalismo. Possibili tensioni in una zona in cui della moschea ci sarebbe bisogno

La nuova moschea in via Urbino è osteggiata dalla Lega Nord, che ha inaugurato un circolo del partito in via Urbino 6 per venire incontro alle esigenze dei residenti di Aurora. Il circolo leghista è proprio davanti alla futura moschea, che è al numero 5.

Possibili tensioni quindi, in una zona in cui della moschea ci sarebbe reale bisogno. Ilda Curti, Assessore alle Politiche di integrazione della città di Torino, aveva spiegato che la combattuta moschea di Via Urbino ospiterebbe una comunità che esiste già in Corso Giulio Cesare; attualmente è un seminterrato di 80 metri quadri, dove si stipano per le celebrazioni oltre 500 persone. Le conseguenze sono immaginabili: la sicurezza non può essere garantita.

Perchè la Lega Nord non la vuole, la moschea in via Urbino? La perplessità sollevata da coloro che non vedono di buon occhio la moschea è quella dei finanziamenti. La paura del fondamentalismo islamico contamina la fiducia nella provenienza dei capitali. Ma ad amministrare la moschea, a quanto si apprende, sarebbe una onlus, con i bilanci pubblici. Il finanziatore principale sarebbe il governo marocchino. Gli amministratori hanno già incontrato il ministro marocchino della diaspora per prendere accordi: i marocchini emigrati sono la seconda fonte di Pil del paese nordafricano, che vuole rendere la permanenza all'estero più serena possibile.

"Non vogliamo che questa via diventi una nuova Porta Palazzo" dicono alcuni leghisti intervenuti ieri all'inaugurazione del circolo in via Urbino. A fare da "padrone di casa" è stato Mario Borghezio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un nuovo circolo leghista davanti alla futura moschea di via Urbino

TorinoToday è in caricamento