Beltrame di San Didero: altri 12 mesi di cassa per i dipendenti

Potranno usufruire di altri 12 mesi di cassa integrazione i 310 dipendenti della Beltrame di San Didero, ma la situazione economica dell'azienda rimane precaria. Servono nuovi piani industriali

Altri 12 mesi di cassa integrazione per i 310 dipendenti della Beltrame di San Didero, nel torinese. A comunicarlo la Fiom-Cgil secondo cui l'accordo, che dovrà essere approvato e ratificato dal ministero del Lavoro, scongiurerà i licenziamenti a fronte della procedura di mobilità già aperta lo scorso gennaio.

Come chiesto dagli stessi dipendenti, dunque, il piano di cassa integrazione procederà fino al prossimo anno. Un accordo sicuramente positivo, come spiega Edi Lazzi, responsabile della Lega di Collegno della Fiom, volto ad evitare i licenziamenti, ma che comunque non risolve la precaria situazione industriale e commerciale in cui versa l'azienda. Rimane, infatti, ingente la drammatica situazione del sito in Val di Susa.

E' necessario, infatti, che vengano studiati nuovi piani commerciali che facilitino l'azienda ad uscire dalla crisi economica, piani che solo lo Stato potrà mettere in atto. Gli ammortizzatori sociali come la cassa integrazione sono utili ai dipendenti per una continuità di reddito, ma, come evidenzia lo stesso Edi Lazzi, non possono durare in eterno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Si lancia dal settimo piano del palazzo: morto

  • Trasporto pubblico locale, in arrivo una giornata di sciopero: possibili disagi

  • Autostrada, installati due box per gli autovelox: dove sono

  • Offerte di lavoro e stage alla Magneti Marelli: le posizioni aperte 

  • Suv si schianta contro un muretto: dopo gli accertamenti scatta il sequestro del veicolo  

Torna su
TorinoToday è in caricamento