rotate-mobile
Sabato, 28 Gennaio 2023
Cronaca Aurora / Via F. Cigna

Nuova protesta da via Cigna: "La Spina 4 è stata dimenticata"

I residenti della zona protestano. Da tredici anni convivono con i cantieri e un degrado che non sembra avere fine. "Abbiamo protestato e raccolto delle firme. Chissà quando finifrà questa storia"

Viavai di disperati, discariche abusive e dormitori per i disperati. Oltre ad aree di cantiere abbandonate e trascurate, illuminazione quasi inesistente e marciapiedi in pessimo stato. Lungo le strade di Spina 4 i problemi non sembrano proprio mancare. Lo sanno bene i residenti che abitano tra corso Vigevano e via Cigna, stufi per un degrado che continua a essere presente nonostante le loro numerose segnalazioni.

Basta avventurarsi a piedi nei pressi dell'area di trasformazione nota come ex Incet per notare i rifiuti, i materassi gettati a terra, le coperte, le bottiglie di birra lasciate dagli ubriaconi e alcuni avanzi di bivacchi. Una situazione igienico-sanitaria da brivido con i gatti a rincorrere i topi tra le piante e gli edifici abbandonati. Una macchia all’interno di una zona che mira a diventare un polo culturale di interesse cittadino. Oggi, però, l’andazzo è un altro.

Il riferimento va ai cantieri eterni, alle opere mai terminate e a qual parco che i residenti di via Valprato, Cervino e Cigna attendono da una vita. Senza dimenticare la sporcizia, il pericolo tossici e un’area abbandonata che avrebbe dovuto ospitare un altro supermercato. Fra le proteste figura anche quella contro la possibile realizzazione di un’antenna radiomobile in piazza Ghirlandaio.

Da Spina 4 via Cigna nuova protesta

Lavori che nella vecchia Barriera vanno avanti a stento da tredici lunghi anni. Praticamente un'eternità. “Poche settimane fa siamo scesi in strada per dire la nostra – spiega Lorenzo P., un residente di via Cigna -. Nella zona ci sono ancora tanti problemi irrisolti. Noi al contrario vogliamo tempi di lavoro certi per i cantieri che ci circondano e che da tempo non ci fanno più dormire tranquilli”. E a Lorenzo fa eco Mario. “Dopo aver raccolto centinaia di firme abbiamo deciso di manifestare davanti alle aree di cantiere incriminate – racconta Mario, un altro residente della zona -. Ci piacerebbe vivere in un quartiere pulito, senza transenne e progetti incompiuti. Ma tutto questo oggi non sembra davvero possibile”.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova protesta da via Cigna: "La Spina 4 è stata dimenticata"

TorinoToday è in caricamento