menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L’arcivescovo in visita mattutina alle scuole di Torino

Il racconto di un istituito che ha ricevuto la visita di monsignor Cesare Nosiglia

Giornata speciale per le cinque classi dell’istituto di suore francescane angeline di via Giusti, che questa mattina hanno ricevuto la visita dell’arcivescovo di Torino Cesare Nosiglia, impegnato nella giornata odierna in un lungo tour che lo ha visto fare tappa anche in altri istituiti torinesi, quali Meucci e Umberto I.

Monsignor Nosiglia è arrivato puntuale verso le 9.30, accompagnato dal parroco della vicina chiesa di via San Quintino. Ad accoglierlo all’ingresso la madre superiora e la dirigente scolastica dell’istituto.

La mattinata è proseguita nella palestra, dove si sono riunite tutte le cinque classi della scuola. Al termine di un discorso di benvenuto, monsignor Nosiglia si è gentilmente prestato alle domande che gli alunni gli hanno rivolto, una per ogni classe. Emozionato e divertito, l’arcivescovo ha parlato a lungo della sua infanzia, sorprendendo la platea di ragazzi quando ha svelato che il suo sogno da bambino era quello di diventare un guidatore di treni.

Non solo. l’arcivescovo ha infatti rivelato di essere stato, da ragazzo, un vero sportivo praticante, avendo giocato a pallavolo oltre ad essere stato tesserato, come calciatore, da una piccola squadra affiliata alla Sampdoria, lui che è originario di Rossiglione, comune in provincia di Genova.

La sua visita è terminata intorno alle 10.15, quando ha salutato bambini e insegnanti prima di proseguire il suo viaggio negli altri istituti scolastici torinesi e recarsi – oggi che è la Giornata Mondiale del Malato – all’ospedale Mauriziano. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento