Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Parella / Via Madonna Della Salette

Ex pensionato La Salette: l'arcivescovo incontra gli occupanti

Da oltre un anno la struttura è occupata: la Diocesi sta lavorando con le persone che vivono all'interno per dare vita a una "residenza di passaggio"

L’arcivescovo di Torino Cesare Nosiglia incontrerà, nella giornata di domani 30 dicembre, i rifugiati e i titolari di protezione internazionale che ormai da quasi un anno occupano l’ex pensionato per lavoratori e studenti di via Madonna de La Salette, immobile di proprietà della Congregazione dei Missionari Nostra Signora de la Salette. Con loro la Diocesi di Torino, l'Ufficio Pastorale Migranti, la Caritas Diocesana e la Congregazione dei Missionari de la Salette stanno trasformando la casa, che ora risulta occupata, in una residenza di passaggio.

“Trasformare l’inopportuno in opportunità”: è questo il senso del progetto che coinvolge una struttura sì occupata, ma gestita in maniera intelligente, con assemblee collettive in cui vengono assunte decisioni condivise, con stanze e spazi comuni puliti e un giardino, totalmente recuperato, trasformato in un orto.

L’incontro tra gli abitanti e l’arcivescovo Nosiglia avverrà alle ore 16 in via Madonna de La Salette numero 12. Obiettivo del percorso intrapreso, fanno sapere dalla Diocesi, è quello di prendere cura dei migranti, sostenerli ed evitare che l’ex pensionato diventi una “gabbia di marginalità”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex pensionato La Salette: l'arcivescovo incontra gli occupanti

TorinoToday è in caricamento