Porta a casa il monopattino in sharing per regalarlo al nipotino: "Pensavo fosse un mezzo abbandonato"

Rintracciato grazie al gps

immagine di repertorio

Non aveva capito che si trattava di un monopattino in sharing (o almeno così ha raccontato). Per il momento una nonnina settantenne di Trana se l'è cavata con tante scuse e una lavata di capo da parte dei carabinieri, che si sono messi sulle sue tracce, sabato 20 giugno 2020, dopo che lo ha caricato in auto per regararlo al nipotino che era con lei e se l'è portato a casa.

Il furto (se così possiamo chiamarlo) è avvenuto a Torino, dove il mezzo era parcheggiato su un marciapiede in attesa di noleggio. "Lo vedevo lì da giorni e allora ho pensato che fosse stato abbandonato da qualcuno e l'ho preso". Non ha però fatto i conti col gps del mezzo, che si è attivato immediatamente dopo l'inizio dello spostamento non autorizzato, fornendo ai carabinieri le coordinate precise per poterlo ritrovare. E così poco dopo essere rincasata, la nonnina ha ricevuto la visita dei militari dell'Arma che le hanno chiesto spiegazioni per quanto accaduto.

La donna ha riconsegnato il monopattino senza fare troppe storie. Per il momento non ha avuto conseguenze giudiziarie. Ora dipenderà dalla società che gestisce il monopattini in condivisione, che potrebbe comunque decidere di denunciarla per furto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maestra d'asilo licenziata per un video hard mandato su Whatsapp al fidanzato: tutta la storia

  • Green Pea apre a Torino, creati 200 posti di lavoro: cosa c'è dentro la nuova struttura avveniristica

  • Il primario della rianimazione di Rivoli è positivo al covid: aveva invitato i negazionisti "a farsi un tour in reparto"

  • Zona rossa, ci si può spostare tra comuni limitrofi per fare la spesa

  • Rivoli, il videogioco usato per adescare i bambini e invogliarli a farsi foto e video nudi

  • Tragedia a Torino: uomo si toglie la vita gettandosi nel Po

Torna su
TorinoToday è in caricamento