Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Chiomonte

Valsusa, smantellati i presidi abusivi No Tav a Chiomonte

Le forze dell'ordine hanno smantellato, questa mattina a Chiomonte, il presidio No Tav che era stato realizzato su un terreno di proprietà dell'Anas

Nel corso della mattinata i Carabinieri della Compagnia di Susa hanno smantellato il presidio No Tav a Chiomonte. I militari hanno posto i sigilli e sequestrato, in esecuzione al decreto del Gip su richiesta della Procura della Repubblica, la baracca costruita a Gravella su un terreno di proprietà privata, di cui ne era stata denunciata l'occupazione abusiva.

Contemporaneamente è stata smantellata un'altra struttura prefabbricata abusiva su un terreno di proprietà dell'Anas. Questa si trovava in adiacenza alla strada provinciale 233 a Chiomonte. Il provvedimento è stato preso dopo la contestata violazione.

La rimozione della costruzione a Chiomonte, secondo quanto stabilito dalla legge, prevede come sanzione accessoria l'obbligo di rimozione a carico del proprietario del fondo.


Durante l'apposizione dei sigilli e lo smantellamento della baracca, le zone sono state presidiate da un contingente di Polizia, al fine di prevenire problemi di ordine pubblico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valsusa, smantellati i presidi abusivi No Tav a Chiomonte

TorinoToday è in caricamento