Cronaca

Violenze al cantiere di Chiomonte, tre No Tav rinviati a giudizio

Per tre No Tav protagonisti di violenze al cantiere dell'Alta Velocità Torino-Lione, nel novembre 2012, pende l'accusa di tentata rapina, sequestro di persona e resistenza a pubblico ufficiale

Per le violenze avvenute nel novembre dello scorso anno al cantiere di Chiomonte, tre No Tav sono stati rinviati a giudizio dal gip Eleonora Pappalettere.

Per loro, l'accusa è di avere strappato la macchina fotografica a un agente, avere sgonfiato le gomme a un'auto della polizia stradale e di avere minacciato un operaio. Su di loro pende l'accusa dei pm Andrea Paladino e Antonio Rinaudo di tentata rapina, sequestro di persona e resistenza a pubblico ufficiale. Il processo si aprirà ad aprile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenze al cantiere di Chiomonte, tre No Tav rinviati a giudizio

TorinoToday è in caricamento