Cronaca Chiomonte

Tav, Scibona (Cinque Stelle): "Non si può vendere una lotta di vent'anni"

Il parlamentare valsusino del M5S: "Tav non è merce di scambio". Perino: "Quella di sabato sarà la prima di tante ispezioni parlamentari" al cantiere Tav di Chiomonte

"Tav non è merce di scambio": lo ha detto Marco Scibona, parlamentare valsusino del M5S, rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano se in una eventuale trattativa per il governo potrebbero trovate posto le tematiche della Torino-Lione. Scibona era in collegamento telefonico con la conferenza stampa di presentazione della marcia organizzata per sabato dal movimento No Tav in Val Susa. "Non si può vendere una lotta di venti anni con un governo che forse dura qualche mese".

"Per come la vedo io - ha aggiunto il senatore Scibona - la politica deve essere solo un supporto alla lotta della popolazione che si oppone a quest'opera inutile. Deve dare una mano. E poi con questo genere di politica delle promesse da marinaio non voglio avere nulla a che fare".

Sulla stessa lunghezza d'onda anche Alberto Perino. "Quella di sabato sarà la prima di tante ispezioni parlamentari" al cantiere Tav di Chiomonte. Lo ha annunciato Alberto Perino, uno dei leader del movimento No Tav, che varcherà le recinzioni nella veste di accompagnatore dei deputati e senatori. "L'obiettivo - spiega - è verificare che leggi e norme siano costantemente rispettate. Ecco perché alla prima ispezione ne seguiranno altre". Perino dice che si tratterà di una "ispezione" vera e propria e non di una semplice visita: "quel cantiere è stato militarizzato. E la legge permette, in luoghi come questo, le ispezioni dei parlamentari".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tav, Scibona (Cinque Stelle): "Non si può vendere una lotta di vent'anni"

TorinoToday è in caricamento