Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

La Sap dichiara guerra. "Ora è il momento per i processi ai No Tav"

"Con la chiusura delle indagini da parte dei pm, arriva ora il momento per i processi ai No Tav che la scorsa estate hanno messo a ferro e fuoco la valle, ferendo oltre 200 appartenenti alle forze dell'ordine"

Massimo Montebove, consigliere nazionale per il Piemonte del sindacato di polizia Sap, annuncia che verranno intraprese azioni legali contro i No Tav "delinquenti" che nella scorsa estate hanno ferito oltre 200 appartenenti alle forze dell'ordine, negli scontri in Val Susa. "Con la chiusura delle indagini da parte dei pm, arriva ora il momento per i processi ai No Tav che la scorsa estate hanno messo a ferro e fuoco la valle, ferendo oltre 200 appartenenti alle forze dell'ordine. Delinquenti che pagheranno anche dal punto di vista economico, visto che come Sap chiederemo pesantissimi risarcimenti"

"Ci sono danni per milioni di euro - aggiunge Montebove - perché bisogna considerare, oltre al ferimento di persone e alla distruzione di cose, anche le spese dell'apparato della sicurezza che lo Stato ha dovuto mettere in piede per controllare i facinorosi, i risarcimenti materiali e morali per poliziotti e cittadini feriti, i mancati introiti di ristoranti, bar, negozi ed alberghi per via della fuga dei turisti".


"Ci auguriamo - conclude Montebove - che anche altre istituzioni si costituiscano parte civile, a partire dalla Regione Piemonte che lo scorso anno, con l'assessore Barbara Bonino, disse di voler procedere in appoggio alla class action del Sap contro i professionisti della violenza". (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Sap dichiara guerra. "Ora è il momento per i processi ai No Tav"

TorinoToday è in caricamento