menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trovata una molotov vicino al cantiere di Chiomonte, accusati i No Tav

Una bottiglia i vetro contenente del liquido infiammabile e un pezzo di diavolina come innesco era stata nascosta nella boscaglia. Il tutto a cinquecento metri dalla recinzione del cantiere

Nel tardo pomeriggio di ieri i Carabinieri dei Cacciatori di Sardegna hanno trovato una molotov vicino al cantiere di Chiomonte. L'ordigno era nascosto nella boscaglia, distante poco più di cinquecento metri dalla recinzione che protegge il luogo in cui si sta lavorando per realizzare la linea ad alta velocità tra Torino e Lione.

Secondo gli inquirenti apparterrebbe alle frange più estreme degli attivisti No Tav.

L'ordigno è stato scoperto, nonostante fosse stato occultato, in località Borgo Clarea. I Carabinieri nel bosco hanno notato una bottiglia di vetro contenente del liquido infiammabile e un pezzo di diavolina come innesco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento