No Tav, in migliaia alla marcia: "Inizia il presidio permanente"

Grande partecipazione, nonostante le polemiche della vigilia, alla manifestazione da Giaglione a Chiomonte. Corteo aperto dallo striscione "Fuori le truppe"

Sono migliaia (10mila secondo gli organizzatori) le persone che dal piazzale di Giaglione, nel cuore della Val Susa, hanno dato il via alla marcia fino alla zona di Chiomonte dove è in corso l'allestimento del cantiere per la costruzione della Tav. Una partecipazione superiore alle aspettative della vigilia. Variegata la composizione della marcia. Fra i manifestanti molti valligiani, famiglie intere con bambini e anziani, ma anche rappresentanti dei Centri sociali.

"OGGI NIENTE DISORDINI" - E' stata una giornata all'insegna della calma, della protesta ferma, decisa, ma pacifica: "Non saranno necessari le maschere anti-gas né i caschi - avevano assicurato in mattinata alcuni rappresentanti dei Centri sociali - Siamo noi ad aver deciso così, il senso della giornata di oggi è un altro". Domani - hanno sottolineato i rappresentanti dei Centri sociali - smantelleremo il campeggio e comincerà un presidio permanente della valle che proseguirà fino a settembre-ottobre, quando apriranno il cantiere vero e proprio di Clarea, "e noi - hanno aggiunto - saremo là".

"FUORI LE TRUPPE" - Il corteo era aperto dallo striscione "No Tav - Fuori le truppe". Decine le bandiere bianche con la scritta No Tav e moltissimi gli ombrelli bianchi, sempre con il simbolo No Tav, per resistere al sole cocente della Val di Susa. Sui muri del piazzale di Giaglione e ai lati del percorso del corteo striscioni attaccati agli alberi e ai muri con scritte come: "La Val di Susa esige rispetto. No Tav, no mafia", "Resistere con forza, resistere con gioia".

DA L'AQUILA  - In Val di Susa oggi hanno sfilato anche rappresentanti dei comitati del terremoto dell'Aquila. Protestano contro quella che definiscono "la militarizzazione subdola della loro città" e chiedere che i fondi previsti per le grandi opere siano utilizzati per per la ricostruzione. "Anche noi - dice una ragazza Comitato 3 e 32 Com - abbiamo avuto una militarizzazione e sappiamo cosa vuol dire non poter muoversi sul proprio territorio. Siamo qui per dire no alle grandi opere inutili, come la Tav e il Ponte di Messina. Per noi - conclude - sono ben più necessarie opere quali la ricostruzione dell'Aquila e la messa in sicurezza del territorio nazionale".

CHIUSA L'AUTOSTRADA - L'autostrada A32 Torino-Bardonecchia è stata chiusa in via precauzionale, in direzione Torino, nel tratto da Oulx ovest a Susa, nel tratto che si trova vicino al percorso della manifestazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

FIORI SULLE RECINZIONI - Fiori, in segno di pace, sono stati posti dai manifestanti sui cancelli dell'area archeologica, luogo dei disordini con le forze dell'ordine nei giorni scorsi. Il corteo è poi passato davanti ai cordoni di Polizia e Carabinieri senza il minimo contatto. Intorno alle 18.30, dopo una lunga marcia in mezzo ai vigneti, il corteo No Tav è giunto alla Maddalena di Chiomonte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Piemonte centri commerciali chiusi il sabato e la domenica (tranne gli alimentari)

  • Torna l'ora solare, lancette indietro di 60 minuti: quando e perché si dormirà di più

  • Coronavirus: ordinanza Piemonte, stop agli alcolici dopo le 21 e attività chiuse a mezzanotte

  • Lavazza, offerte di lavoro a Torino e in provincia: le posizioni aperte

  • Torino: positiva al coronavirus esce e va in giro, denunciata per epidemia colposa

  • Incidente a Torino, auto finisce contro un palo: morta donna dopo l'urto violento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento