No Tav: tre auto incendiate nella notte. "Gesto contro il movimento"

Nella notte sono continuati i blocchi sulla A32 e sulla strada statale 25 del Moncenisio. Nei pressi di Chianocco sono state incendiate tre auto di manifestanti No Tav. "Questo gesto è fatto ai danni del movimento stesso"

Tre auto sono state incendiate vicino al presidio di protesta sull'autostrada Torino-Bardonecchia da parte dei No Tav. Le autovetture andate in fiamme appartenevano proprio a tre attivisti, i quali sostengono che il rogo sia di origine dolosa. Sulle strade di Chianocco è stato un viavai di vigili del fuoco, perché oltre alle auto sono bruciati anche i bancali di pallet di una falegnameria e un telone di un tir in sosta forzata da questa mattina per il blocco dei manifestanti.

Luigi Casel, uno dei leader No Tav pensa che il fuoco sia stato appiccato "ai danni del movimento stesso. Poco dopo le auto - spiega Casel - sono stati dati al fuoco il telone di un Tir e un pallet in un deposito di legna. Tutto lascia pensare che siano opera della stessa mano".

Oltre agli incendi la notte è trascorsa senza incidenti. I manifestanti, circa un centinaio, sono rimasti tutto il tempo all'altezza dello svincolo di Chianocco della Torino-Bardonecchia e sulla strada statale 25 del Moncenisio. Per scaldarsi hanno acceso un falò e più volte hanno scandito lo slogan "Luca! Luca!" a sostegno del loro compagno Luca Abbà, ancora ricoverato al Cto di Torino. (Ansa)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si sentono male in strada al mare: il figlio muore, il padre è gravissimo. Ipotesi overdose

  • Vince il concorso di bellezza pochi mesi dopo che i genitori chiudono l'azienda a causa del lockdown

  • Lascia l'alpeggio e si sente male: in ospedale scoprono la positività al coronavirus

  • Guardia giurata uccide la ex compagna e poi si suicida, lei lo aveva lasciato da poco

  • Il film porno è girato nel parco cittadino: nuova performance del noto avvocato e di due pornostar torinesi

  • Fantomatico volantino di un (sedicente) papà: "Avete molestato mia figlia, vi sto cercando"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento