Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Tav: firmato l'accordo con la Francia per l'opera da 8,2 miliardi

Dopo tre anni di trattative è stato firmato oggi il nuovo l'accordo fra Italia e Francia sulle condizioni di realizzazione ed esercizio della Tav Torino-Lione, il cui valore è di 8,2 miliardi. La sede della direzione operativa sarà a Torino

Italia e Francia hanno firmato quest'oggi a Roma il nuovo accordo sulle condizioni di realizzazione ed esercizio della Tav. Accordi importantissimi per la costruzione dell'alta velocità Torino-Lione, il cui valore è di 8,2 miliardi. L'intesa è stata raggiunta nel corso della Commissione intergovernativa italo-francese, avviata dal ministro Corrado Passera.

L'accordo, giunto dopo tre anni di negoziati, affida la direzione strategica e operativa del progetto a una società italo-francese il cui consiglio d'amministrazione avrà una composizione paritaria tra Italia e Francia. La sede della direzione operativa - riferisce l'Ufficio del Commissario Straordinario per la Tav Torino-Lione - sarà a Torino, e l'Italia potrà scegliere l'amministratore delegato e il direttore finanziario e amministrativo. La sede legale sarà invece in Francia, a Chambery. La Francia nominerà il presidente della Commissione dei contratti e il presidente del Servizio di controllo. Nel consiglio di amministrazione e nella Commissione intergovernativa sarà presente un rappresentante della Commissione europea.

"L'aver stabilito a Torino la sede della direzione operativa" della società italo-francese che avrà la direzione strategica e operativa del progetto della Tav Torino-Lione "rappresenta un segnale importante per un territorio che sarà sempre più valorizzato da quest'opera dalla valenza internazionale": lo afferma afferma il commissario straordinario per la Torino-Lione, Mario Virano. L'intesa raggiunta oggi - evidenzia l'Ufficio del Commissario - insieme con le altre tappe già raggiunte, che riguardano l'avvio del cantiere della Maddalena di Chiomonte (Torino) e approvazione della revisione del progetto preliminare dell'opera principale in Italia, consente all'Italia di rispondere positivamente alle richieste della Commissione Europea e di rispettare il crono programma concordato con Bruxelles. Sul piano procedurale, il testo del nuovo accordo, dopo la firma delle autorità politiche, sarà inviato ai Parlamenti italiano e francese per la ratifica. (Ansa)
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tav: firmato l'accordo con la Francia per l'opera da 8,2 miliardi

TorinoToday è in caricamento