Cronaca Nizza Millefonti / Via Gianfranco Zuretti, 29

No Tav, Luca Abbà interviene a Radio Blakout: "Lasciatemi tranquillo"

Luca Abbà è intervenuto a Radio Blackout direttamente dal Cto da cui è ricoverato dallo scorso 27 febbraio. Ha rassicurato sulle sue condizioni, ma ha anche chiesto un po' di tempo di tranquillità per lui e la sua famiglia

Il manifestante No Tav Luca Abbà e ancora ricoverato al Cto, dopo la caduta del 27 febbraio scorso da un traliccio a Chiomonte. Proprio dal centro traumatologico torinese è intervenuto venerdì a Radio Blackout, sia per rassicurare tutti i compagni della lotta all'alta velocità Torino-Lione sulle sue condizioni, sia per chiedere un po' di tranquillità in questi giorni.

"Chiedo a tutti gli amici - ha detto Abbà, ricoverato nel reparto grandi ustionati del Cto - di lasciarmi tranquillo e lasciare tranquilli i miei familiari, perché è ancora un momento delicato".


Poche parole terminate con un saluto generale, perché "in questo momento non ho grandi cose da raccontare". Ha solo aggiunto di "volersi stringere a tutti in un abbraccio caloroso, a tutti quelli che stanno lottando e che sono ancora in galera o con restrizioni varie" e ha chiesto a tutti di pazientare prima di rivederlo perché "ci vorrà ancora qualche settimana di convalescenza e non è possibile fare visite perché è un reparto molto controllato". (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No Tav, Luca Abbà interviene a Radio Blakout: "Lasciatemi tranquillo"

TorinoToday è in caricamento