Cronaca

Auto arsenale: condannati a due anni i due attivisti No Tav

Condannati a 2 anni e 2 mesi di reclusione per i due No Tav fermati il 31 agosto 2013 alla guida di un'auto arsenale, con razzi, bottiglie pronte ad essere trasformate in molotov, tubi, petardi e altro ancora

Due anni e due mesi di carcere per i due giovani No Tav fermati il 31 agosto 2013 mentre trasportavano materiale esplosivo di vario tipo sulla loro auto Toyota Yaris. Secondo l’accusa, il contenuto della vettura (razzi, petardi, lanciarazzi, tubi, bottiglie con benzina e altro) serviva per portre un assalto al cantiere Tav di Chiomonte: il loro fermo è avvenuto a ridosso di una manifestazione portata dai No Tav all’area dei lavori per la Torino-Lione.

I pm Antonio Rinaudo e Andrea Padalino hanno così chiesto la condanna dei due ragazzi arrestati, Davide F. e Paolo R., rispettivamente di Torino e Bergamo.  Per loro erano stati inizialmente chiesti 6 anni di reclusione, e 10mila euro di multa.

L’estate 2013 è stata segnata da numerosi attacchi al cantiere Tav, anche con l’uso di razzi e petardi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto arsenale: condannati a due anni i due attivisti No Tav

TorinoToday è in caricamento