Cronaca

No Tav: aggressioni alla troupe del Corriere, 19 misure cautelari

Blitz della Polizia, questa mattina a Torino e in Valle di Susa. Gli agenti hanno eseguito 19 misure cautelari per aggressione e irruzione

Questa mattina è scattata un'operazione di Polizia nei confronti di presunti No Tav che si sono resi protagonisti in negativo dell'aggressione ad una troupe del Corriere della Sera e dell'irruzione in uno studio di ingegneri. Gli agenti della Digos hanno eseguito 19 misure cautelari tra arresti, obbligo di firma o di dimora, e perquisizioni.

In particolare delle 19 misure cautelari, 9 consistono in arresti domiciliari: 2 per l'aggressione ai giornalisti del Corriere Web, lo scorso febbraio a Chianocco, in Val di Susa. Altre 7 riguardano invece l'irruzione lo scorso agosto a Torino alla Geovalsusa, studio tecnico impegnato in alcuni lavori propedeutici alla realizzazione dell'Alta velocità Torino-Lione.

Le due persone fermate per l'aggressione alla troupe - secondo quanto fatto sapere - sono due noti anarchici, un roveretano già in carcere per associazione a delinquere e un romano. L'episodio si riferisce allo scorso 29 febbraio quando, nei pressi dell'autostrada A32 Torino-Bardonecchia, nel tratto del comune di Chianocco, la troupe venne assalita da un gruppo di facinorosi che, oltre a minacciare e costringere gli operatori ad allontanarsi, impedirono loro la realizzazione del reportage, sequestrando il veicolo e sottraendo ai malcapitati documenti e oggetti, oltre al danneggiamento delle attrezzature tecniche.

Tra i provvedimenti anche 4 divieti di dimora nel comune di Torino e 6 obblighi di presentazione alla Polizia Giudiziaria. Alcune misure sono state eseguite fuori dal Piemonte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No Tav: aggressioni alla troupe del Corriere, 19 misure cautelari

TorinoToday è in caricamento