rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Cronaca Chiomonte

No Tav, ancora tensioni in Val di Susa. Tagliate le recinzioni dai manifestanti

Altra domenica di contestazioni fuori dal cantiere della Maddalena. Mamme, bambini e amministratori locali hanno sfilato, mentre un altro gruppetto ha provato a tagliare la recinzione

Ad una settimana dagli scontri a Chiomonte, ieri è andato in scena un altro capitolo della querelle. Il cantiere della Maddalena ha visto una nuova sfilata di manifestanti nella mattinata: un gruppetto contenuto composto anche da mamme, bimbi e amministratori della valle. A presidiare il sito polizia e carabinieri. Qualcuno però si è staccato dal gruppo andando a tagliare la recinzione del cantiere in più punti. Recinzione prontamente riparata comunque, probabilmente era una provocazione perché nessuno dei No-tav ha provato ad entrare nel cantiere e anzi dopo poco hanno lasciato la zona.

La provocazione maggiore è stata sferrata nel pomeriggio. Un'ottantina di persone, tutte con il volto scoperto, hanno dapprima tagliato le reti della recinzione con cesoie e pinze e successivamente hanno colpito i piloncini creando uno squarcio di una cinquantina di metri. Anche questo è rimasto un colpo non andato a fondo, perché i No-tav dopo un'oretta hanno abbandonato il cantiere.

Tutto si è svolto sotto gli occhi attenti della polizia, distante una trentina di metri dai manifestanti. Le forze dell'ordine non sono dovute intervenire anche se ora i manifestanti rischiano una denuncia per danneggiamento. Non basterà questo a fermarli però, perché continueranno a gridare in tutti i modi il loro dissenso alla tav, soprattutto ora che il progetto è stato inserito a titolo definitivo tra i progetti dell'Europa.

 

NO TAV, CRONACA DELLE ULTIME SETTIMANE

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No Tav, ancora tensioni in Val di Susa. Tagliate le recinzioni dai manifestanti

TorinoToday è in caricamento