Cronaca Nichelino

Nichelino dichiara guerra ai furbetti: "Basta sconti a chi gira in Suv"

Il provvedimento preso dal Comune porrà nuovi limiti alle facilitazioni sulle mense scolastiche: fascia piena per i proprietari di beni "mobili" di lusso

Il Consiglio comunale di Nichelino ha approvato una nuova delibera contro gli sprechi. A venire colpiti saranno i proprietari di beni di lusso "mobili", come auto e moto di alta cilindrata. Da oggi, infatti, chi dichiara redditi bassissimi ma può permettersi mezzi potenti e costosi si vedrà tagliate le facilitazioni per la mensa scolastica dei figli. Non sarà più sufficiente la consegna dell'ISEE (Indicatore Situazione Economica Equivalente) per ottenere le facilitazioni a tariffe scolastiche, ma verranno tenuti in conto anche la proprietà o l'utilizzo - mediante leasing - di "automobili con potenza espressa in Kw superiore a 85 e con immatricolazione inferiore a 5 anni; autoveicoli con potenza espressa in Kw pari o superiore a 110 a prescindere dall’anno di immatricolazione; moto con potenza superiore a 15 Kw e con immatricolazione inferiore a 5 anni", come si legge su "La Stampa". 

Soddisfazione per il provvedimento proviene dall'intero Consiglio comunale. Dall'opposizione si leva però una voce di critica verso la sua efficacia. "L’uscita - ha infatti dichiarato Carmelo Mendolia del Pdl - è chiaramente anche populista. E non è la prima che sento negli ultimi tempi da parte di questa amministrazione". La decisione, voluta da tutte le parti politiche, rischia infatti di non essere sufficiente per colpire gli abusi e recuperare i circa 600 mila euro spesi ogni anno dal Comune per la gestione delle mense scolastiche. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nichelino dichiara guerra ai furbetti: "Basta sconti a chi gira in Suv"

TorinoToday è in caricamento