Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Nichelino

Denuncia shock di un ragazzo: "Appeso dalla finestra a testa in giù da due agenti"

Da quanto raccontato i due poliziotti cercavano il fratello del venticinquenne. Sulla vicenda indaga la Procura di Torino, anche se sono molti gli interrogativi a cui dare risposta

La storia è molto inquietante, ma è fatta ancora da troppi interrogativi per poter dare giudizi affrettati. Quello su cui però sta indagando la Procura di Torino è un fatto che, se confermato, sarebbe gravissimo.

Il tutto sarebbe avvenuto quasi un mese fa, il 17 marzo scorso, a Nichelino. Si parla di accuse, lesioni e violenza. Ma prima di dire quali siano stati i fatti secondo la denuncia presentata da un giovane venticinquenne, bisogna fare un passo indietro. Bisogna andare fuori dalla provincia di Torino, a Domodossola, comune in cui vive uno dei due poliziotti accusati. La sua nipotina sarebbe stata vittima di abusi da parte di una ragazzino di 15 anni nichelinese, suo vicino di casa. La mamma della piccola avrebbe raccontato tutto al fratello, l'agente della Polizia stradale residente a Domodossola, partito alla volta di Nichelino con un agente in congedo della Polizia di Stato per dare una lezione al minorenne.

L'incontro è avvenuto sul pianerottolo del palazzo, ma in realtà i due agenti non si sono trovati il quindicenne che cercavano, ma il fratello di 25 anni. Ma loro questo non lo sapevano. Da qui in avanti i fatti sono raccontati dal ragazzo, il quale ha detto di essere stato picchiato, minacciato con un coltello alla gola e appeso fuori dalla finestra condominiale, tenuto solo per i piedi dai due aggressori. Solo quando avevano capito che era la persona sbagliata avrebbero desistito.

Nonostante la minaccia ricevuta di non raccontare quanto accaduto, il giovane è andato sia in ospedale a farsi medicare, sia dai Carabinieri a sporgere denuncia.

I due poliziotti sono stati convocati in Procura per dare la loro versione dei fatti. A quanto pare sarebbe stato confermato l'incontro sul pianerottolo e una sorta di zuffa nata da un sorriso di troppo da parte del ragazzo. Non confermato invece tutto il resto. Sarà ora compito degli inquirenti mettere insieme i pezzi del puzzle.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Denuncia shock di un ragazzo: "Appeso dalla finestra a testa in giù da due agenti"

TorinoToday è in caricamento