rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca

Neve a Torino: strade e piazze imbiancate ma nessuna criticità

Le scuole sono regolarmente aperte

Come ampiamente annunciato nei giorni scorsi, Torino oggi, 1 marzo 2018, si è svegliata sotto la neve che ha iniziato a scendere nella tarda serata di mercoledì per concludersi alle prime luci di questa mattina. Un manto farinoso e asciutto di circa tre centimetri imbianca la città e la collina ma per quanto riguarda le strade, non sono segnalate al momento particolari criticità e la circolazione è normale. Solo sull'autostrada Torino-Savona è stata vietata la circolazione ai mezzi pesanti.  Le scuole oggi saranno regolarmente aperte. 

Tir bloccati al Frejus

L'unica conseguenza di rilievo, al momento, è per il tir che transitano al traforo del Frejus, per cui è stato disposto il blocco per ragioni di sicurezza. I mezzi sono bloccati dal pomeriggio con lunghe code in entrambe le direzioni. La Croce Rossa sta cercando di assistere i conducenti consegnando loro alimenti e bevande caldi.

Nevicata 1 marzo a Torino

Il piano del Comune

Viste le annunciate precipitazioni nevose, la macchina organizzativa del Piano Neve del Comune di Torino si è messa in moto già da ieri. I mezzi spargisale dell’Amiat si sono infatti attivati in serata, iniziando dalla collina per poi spostarsi sulla grande e media viabilità e sulle vie secondarie, per scongiurare la formazione di ghiaccio. In tutto 19 mezzi in collina e 21 in pianura. In caso di caduta di più di 10 centimetri di neve scatterà l’unità di crisi (UnCr, composta da Area Ambiente della Città, Polizia Municipale, Gtt e Amiat) per coordinare gli interventi e affrontare eventuali emergenze.

Le fermate Gtt, già ripulite dal ghiaccio nei giorni scorsi, al momento non necessitano di ulteriore salatura. Alle prime luci dell'alba sono state attivate 20 squadre con 180 spalatori per la rimozione della neva dalle fermate. 

Disagi sui treni

La neve, scesa copiosa su tutto il Piemonte, e soprattutto il gelo porteranno però qualche disagio ai pendolari dei treni. Nella giornata di giovedì 1 marzo diversi treni saranno cancellati e si prevedono ritardi.  Rete Ferroviaria Italiana per tentare di arginare il problema, a seguito dell’Allerta Arancione/Rossa per neve in Piemonte e Valle d’Aosta emessa dalla Protezione Civile regionale, il 1 marzo attiverà il livello “emergenza grave” del proprio Piano neve e gelo. Qui tutti i treni garantiti.

Il piano emergenza per i senzatetto

E da giorni è emergenza freddo. Il Comune di Torino da sabato 24 febbraio, nella vecchia stazione di Porta Susa, ha allestito un nuovo punto di accoglienza notturna per i senza dimora, comodo e raggiungibile dal centro città. Oltre agli 800 posti già disponibili, l'ex ospedale Maria Adelaide, per la Città della Salute, mette a disposizione, proprio per chi ha queste esigenze, 40 posti letto; l'Arcidiocesi propone 65 posti di accoglienza notturna tra via Cappel Verde, via Arcivescovado e Villa Pellizzari e, di giorno, nei centri La Sosta di via Giolitti e "Il Balsamo di Filomena", sempre in via Cappel Verde. 

Da Palazzo Civico è ribadito l’invito, lanciato già nelle scorse settimane, a segnalare la presenza di persone senza dimora che, a causa di freddo e maltempo, si trovino in situazione di particolare criticità e abbiano bisogno di aiuto, telefonando alla Polizia Municipale al numero 011.0111 oppure inviando una comunicazione via mail all’indirizzo adulti@comune.torino.it
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neve a Torino: strade e piazze imbiancate ma nessuna criticità

TorinoToday è in caricamento