Il negozio è sfitto da cinque anni, i senzatetto lo trasformano in dormitorio

Un residente ha prima scambiato il rumore dei danni alla porta per un tentativo di spaccata

E’ uno dei tanti negozi chiusi della zona ma di certo nessuno pensava che potesse diventare anche un dormitorio per disperati. Invece al civico 28 di corso Giulio Cesare ignoti hanno alzato la serranda, rotto il vetro della porta e occupato l’esercizio. In verità solo per una notte.

Ma tanto è bastato per allertare i residenti. Quel negozio di ristrutturazione pavimenti, abbandonato da più di cinque anni, ha finito per attirare un manipolo di disperati che hanno deciso di occuparlo abusivamente.

Il loro armeggiare fuori dall’esercizio non è passato certo inosservato. Un residente ha prima scambiato il rumore dei danni alla porta per un tentativo di spaccata, poi all’alba con la serranda ancora alzata e i giacigli di fortuna all’interno, i residenti hanno mangiato la foglia

Il custode ha allertato i carabinieri mentre il fabbro ha messo i sigilli al negozio. Davanti al vetro spaccato è poi stato piombato un asse di legno per tenere lontani eventuali malintenzionati. “Speriamo che il prefetto - rincara Patrizia Alessi, presidente del comitato Cittadini Circoscrizione 7 -, prenda in considerazione anche questo ennesimo episodio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

Torna su
TorinoToday è in caricamento