Cronaca San Salvario / Corso Massimo d'Azeglio

Al via Natale in Giostra ma dal 2018, il futuro è incerto

Parte venerdì 11 novembre la 39 edizione della manifestazione ma fra due anni le giostre più amate dai bambini potrebbero spostarsi

"La 40° edizione di Natale in Giostra si farà ancora a Torino Esposizioni. Per il futuro non si sa". Lo ha comunicato l'assessore al Tempo libero Roberto Finardi, lasciando intendere che sarà nel 2017 che si decideranno le sorti di una delle manifestazioni alla quale i torinesi sono più affezionati e che da domani 11 novembre, fino al 10 gennaio, aprirà ai bambini e alle loro famiglie. 

È notizia delle ultime settimane infatti che Natale in Giostra, che ha sede nel 5° Padiglione di corso Massimo d'Azeglio, possa essere spostata per fare spazio alla realizzazione di nuove aule universitarie: da qui il malumore di organizzatori e giostrai. "Ci sono delle valutazioni da fare di ordine urbanistico - ha aggiunto Finardi -. Per il 2017 non dovrebbe cambiare nulla ma dall'anno successivo chissà... Magari si cercherà una location, in accordo con gli operatori e l'organizzazione, che possa andare bene per tutti".

Dal canto suo Finardi, per dimostrare il suo interesse verso questa manifestazione ormai storica per la città, si è mosso per fare in modo che il 4 dicembre, giorno del referendum, la sede elettorale - solitamente situata proprio all'interno del 5° Padiglione di Torino Esposizioni - venga allestita al Lingotto, senza intralciare l'attività dei giostrai. Massimo Pittaluga, colui che ideò Natale in Giostra nel 1977,  tiene le dita incrociate: "Avranno davanti un anno per decidere - ha dichiarato -: confido nel buonsenso dell'amministrazione". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via Natale in Giostra ma dal 2018, il futuro è incerto

TorinoToday è in caricamento