menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'edizione 2016 del Torino Jazz Festival

L'edizione 2016 del Torino Jazz Festival

Narrazioni Jazz, il Comune seleziona dieci progetti per i concerti in periferia

La scelta è avvenuta attraverso un bando. L'assessora Leon: "La 'call' pubblica è stata un successo"

Saranno dieci i progetti musicali selezionati dal Comune di Torino attraverso il bando pubblico "Jazz per la città", una sezione di Narrazioni Jazz. Il nuovo festival, appositamente programmato a maggio, durante il Salone del Libro, che in qualche modo andrà a sostituire il noto Torino Jazz Festival, comprenderà dunque una serie di concerti gratuiti, anche in periferia.

I progetti selezionati sono stati scelti tra 45 presentati attraverso un bando che permette così alla città di sperimentare un nuovo modello culturale condiviso con le realtà artistiche locali. La chiamata ha portato alla selezione di progetti che coprono 7 Circoscrizioni della città, con attività che vanno dalla propedeutica per i più piccoli alle produzioni originali, dalla mobilità sul territorio all’intreccio tra le arti.

“La call pubblica ‘Jazz per la città’, inserita nel programma di ‘Narrazioni jazz’, ha riscosso uno straordinario successo, non scontato trattandosi di un esperimento originale per il mondo del jazz sia locale, sia nazionale. – afferma Francesca Leon, assessora alla cultura della Città -. Sono stati compresi e premiati i punti di forza della call: la facilità nella compilazione del form, la professionalità della Commissione incaricata di vagliare i progetti, la rapidità del procedimento, la volontà di coinvolgimento del ricco tessuto artistico torinese e l’impegno economico messo in campo". 

“Per la prima volta in Italia – sottolinea Stefano Zenni, Direttore artistico di TJF- Narrazioni Jazz - un festival del jazz programma una parte consistente dell’attività artistica con una chiamata pubblica rivolta alle associazioni del territorio, selezionate e finanziate con una procedura snella e trasparente. Questo vuol dire che per la prima volta la città ha l’occasione di esprimere idee, attività, proposte, frutto di una collaborazione reciproca e ragionata ".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento