Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Nano è meglio, il mondo in miniatura

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Si parla di crisi delle vocazioni scientifiche e i risultati di una indagine internazionale su Scienza e nuove generazioni presenta, relativamente all'Italia, un quadro contrastante: gli studenti esprimono interesse e fiducia nei confronti della scienza, ma d'altro canto lo studio delle materie scientifiche risulta poco attraente e difficile.

Eppure, le nuove tecnologie e le sfide straordinarie che si stanno portando avanti in diversi ambiti della scienza, dicono che ci sarà sempre più bisogno di scienziati e ricercatori capaci e brillanti.

Fondamentale è quindi il ruolo della scuola, fin dai primi anni: trasmettere ai bambini e ai ragazzi l'importanza della ricerca e dell'innovazione, stimolarli alla curiosità scientifica, verso la quale le giovani generazioni hanno dimostrato negli ultimi anni una crescente disaffezione.

Torino in questo senso sta facendo la sua parte e lo dimostrano i numeri relativi all'adesione delle scuole al progetto Nano è meglio - Il mondo in miniatura: oltre 1000 studenti, dai bambini più piccoli fino ai ragazzi più grandi, tutti pronti a conoscere meglio un mondo particolare, solo apparentemente lontano dalla nostra quotidianità.

Nano è meglio - Il mondo in miniatura è il progetto educativo che si sta svolgendo in queste settimane presso Area 12 Shopping Center, dove è stato allestito un interessante spazio per coinvolgere bambini e ragazzi delle scuole della provincia di Torino in un percorso di conoscenza e informazione sul ruolo delle nanotecnologie e sulle prospettive future ad esse legate.

La nanotecnologia è un ramo della scienza applicata e della tecnologia che si occupa del controllo della materia su scala dimensionale inferiore al micrometro (in genere tra 1 e 100 nm); il termine indica genericamente la manipolazione della materia a livello atomico e molecolare. Diversi i campi di applicazione, dalla biologia alla chimica, dalla scienza dei materiali alla fisica, all'ingegneria.

Innumerevoli le possibili applicazioni future; ad esempio, avremo materiali che modificano le loro caratteristiche a piacimento, nanorobot inseribili nel corpo umano a scopi curativi, materiali per riparare tessuti e organi, materiali molto resistenti e leggeri per fabbricare automobili, aerei e veicoli spaziali energicamente efficienti.

E siamo solo all'inizio. Per ottenere tutto ciò c'è bisogno di bravi ricercatori, da reclutare magari tra gli oltre 1000 partecipanti al progetto Nano è meglio, che dal 13 al 18 ottobre parteciperanno ai laboratori scientifici.

Ecco le straordinarie esperienze messe a disposizione di bambini e ragazzi:

Susitem - Microscopio ottico grazie al quale i bambini scoprono, negli oggetti che vedono nella loro quotidianità, le particelle nanotecnologiche. Tramite le tasche di un simpatico e inusuale microscopio, denominato Susytem, gli studenti inseriranno gli oggetti scelti e riceveranno un attestato della composizione dei materiali inseriti nelle tasche.

Tavoli sensoriali: cosa sono le nanotecnologie? Come si manifestano in natura? Come è possibile riconoscerle? Attraverso tanti esperimenti scientifici a portata d'occhio, gli studenti vedranno come le nanotecnologie agiscono sui materiali di comune utilità e come migliorano il mondo in cui viviamo.

Memory: giochi d'ingegno permetteranno agli studenti di scoprire come sono fatte le nanotecnologie e a cosa servono.

Nano show: sfida tra le classi. Due esperimenti a scelta verranno illustrati dagli scienziati nano tecnologici e proposti alle scuole! Gli studenti avranno a disposizione 15 minuti per elaborare le informazioni e convincere la giuria della validità del loro esperimento.

Molecole game: gioco pensato per i più piccoli che grazie a speciali adesivi e colori scopriranno divertendosi come si formano e come sono strutturate le molecole.

Giornalisti scientifici, esperti di domani: filmato e spiegazione sulle nanotecnologie. Cosa sono, a cosa servono e come possono migliorare il nostro mondo e l'ambiente?

Exibith: macchinari scientifici che ripropongono gli esperimenti e le scoperte più importanti della storia scientifica.

Ad inaugurare i laboratori sarà lunedì 13 ottobre la Scuola dell'Infanzia di Torino Circoscrizione 5 - Corso Cincinnato.

Inoltre, fino al 31 ottobre, bambini e ragazzi possono proporre le loro idee su come applicare le nanotecnologie e migliorare la qualità della vita: basta compilare i materiali a disposizione nell'area di Area 12 dedicata al progetto.

Gli elaborati realizzati verranno raccolti in una mostra fino al 31 ottobre presso Area 12 Shopping Center di Torino, e votati tramite un'apposita scheda; quelli che riceveranno più voti saranno premiati nella cerimonia conclusiva.

Nelle Domeniche: 12, 19 e sabato 25 ottobre proseguono i pomeriggi della scienza a favore dell'ambiente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nano è meglio, il mondo in miniatura

TorinoToday è in caricamento