menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piemonte Stato contro il trasferimento di 17mila reperti: "Il Museo Egizio non è cosa vostra"

L'alternativa proposta: nell'attesa di trovare un'adeguata sistemazione ai reperti si potrebbe farli viaggiare come museo itinerante

Il movimento politico-culturale Piemonte Stato domenica pomeriggio, 6 marzo, ha tenuto in piazza Carignano angolo via Accademia delle Scienze, un presidio di protesta per evitare il possibile spostamento di 17mila reperti, non ancora esposti, dal Museo Egizio di Torino.

La manifestazione ha attirato l'attenzione dei passanti incuriositi dallo striscione esposto dal movimento e dalle spiegazioni sul dissenso date con il megafono. Hanno spiegato Sonia Turinetti, presidente del movimento e Fabrizio Pettinato, socio fondatore: "Il 'cosa vostra' dello striscione era indirizzato alla Presidente della Fondazione Museo delle Antichità Egizie Evelina Christillin, nel senso che non può disporre come crede del patrimonio del Museo perché deve tenere conto che è patrimonio della città da 190 anni!".

Il movimento propone anche un’alternativa: nell’attesa di trovare un’adeguata sistemazione ai reperti si potrebbe farli viaggiare come museo itinerante. Secondo Piemonte Stato ne trarrebbe giovamento la città ospite e contemporaneamente sarebbe una vetrina per Torino che sta decollando dal punto di vista del turismo culturale. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento