Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca Venaria Reale

Venaria, multe per divieto di sosta alla festa vip: è polemica

Decine di multe per divieto di sosta ai partecipanti alla festa con la quale è stata inaugurata, ieri sera alla Reggia di Venaria Reale la mostra sui 150 anni di moda italiana

Una brutta sorpresa dopo una bella serata. Decine di multe per divieto di sosta ai partecipanti alla festa con la quale è stata inaugurata, ieri sera alla Reggia di Venaria Reale la mostra sui 150 anni di moda italiana, presenti decine di vip del mondo della moda, della cultura e dello spettacolo. I vigili urbani - si è saputo oggi da fonti municipali - hanno fatto 95 contravvenzioni ad altrettante auto lasciate parcheggiate in maniera irregolare sulle strade, sui marciapiedi, sulle strisce pedonali, sulle piste ciclabili o sui percorsi pedonali intorno alla Reggia dove si svolgeva la festa. "Nessuno - ha commentato Giuseppe Catania, sindaco di Venaria Reale - si diverte a fare le multe, tanto più quando vi sono iniziative così importanti sul nostro territorio. Tuttavia - ha aggiunto - le zone in cui non si può parcheggiare sono segnalate chiaramente e non esiste una deroga quando sono in corso manifestazioni, a differenza di quanto possa pensare qualcuno". "Non dimentichiamo - ha aggiunto - che parcheggi a disposizione di tutti erano poco distanti alla zona in cui sono state fatte le multe. Le regole - ha concluso - vanno fatte rispettare anche quando dispiace: è così per i nostri cittadini e lo deve essere anche per i visitatori"

La Direzione della Reggia di Venaria Reale ci vuole "mettere una pezza" e invita le persone che ieri sera sono state multate per divieto di sosta, in occasione della festa con la quale è stata inaugurata la mostra sui 150 anni di moda italiana, a non pagare le contravvenzioni perché le pagherà il Consorzio di valorizzazione culturale Venaria Reale. "Ci siamo consultati stamani con il presidente del Consorzio, Fabrizio Del Noce - spiega Alberto Vanelli, direttore della Reggia - e abbiamo deciso che delle spese si farà carico il Consorzio che gestisce la Reggia. Le persone multate, infatti, erano nostri ospiti e non è giusto che abbiano avuto questo disagio". Per evitare che la vicenda si ripeta, però, il consorzio ha intenzione di "chiedere all'amministrazione comunale e al comandante dei vigili - dice Vanelli - di studiare un provvedimento che consenta, in occasione di manifestazioni ed eventi, di poter parcheggiare in deroga ai divieti che ci sono in alcune aree circostanti la Reggia". Il tutto almeno in attesa che vengano realizzati nuovi parcheggi. "Il Comune - conclude Vanelli - dovrebbe approvare prossimamente la concessione edilizia per costruirli. Se ciò dovesse accadere nei tempi previsti, nell'arco di un anno la Reggia avrà i suoi posti auto organizzati e non si ripeterà più questo spiacevole incidente".

Critico il Movimento 5 Stelle. E' "impensabile" che a pagare le multe per divieto di sosta inflitte agli ospiti della festa vip di ieri sera alla reggia di Venaria Reale sia il consorzio che gestisce la reggia stessa: a sostenerlo è il consigliere regionale del Piemonte Davide Bono, del Movimento 5 stelle che fa riferimento a Beppe Grillo. "E' impensabile - ribadisce Bono - che con la Regione che non trova neanche un soldo per pagare i lavoratori della cultura, si tirino fuori soldi per gente che non sa parcheggiare l'auto o non vuole fare 400 metri a piedi. Sono allibito". (ANSA)
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venaria, multe per divieto di sosta alla festa vip: è polemica

TorinoToday è in caricamento