Cronaca

I torinesi sono stanchi dei parcheggiatori abusivi: "Perché pagarli?"

Ormai sono ovunque: ospedali, discoteche e persino nelle vie del centro. A volte tocca pagare due volte per non correre il rischio di trovarsi l'auto danneggiata. I carabinieri sono stati contattati più volte per questo fatto

I parcheggiatori abusivi sono nel mirino dei carabinieri del Comando Provinciale. Mercoledì scorso sono stati identificati, multati e allontanati 8 parcheggiatori (italiani e romeni). Qualcuno di loro era già stato bloccato in altre occasioni in passato.

E' stato inoltre applicato il sequestro, in via amministrativa, del denaro che gli stessi detenevano, frutto dell'attività illecita. I controlli sono concentrati nella zona degli ospedali, davanti al Sant'Anna, al Regina Margherita, al CTO, al San Giovanni Bosco e nella zona della clinica Koelliker, oltre che nella centralissima Piazza Vittorio e in via Po, le zone calde della movida.


I carabinieri hanno avviato i controlli dopo aver ricevuto innumerevoli segnalazioni. La gente fermava le pattuglie, raccontava il disagio di quelle continue richieste di soldi. Nessuna minaccia, ma c'era sempre il timore di ritrovare l'auto danneggiata nell'eventualità di un rifiuto. Un balzello insopportabile, soprattutto in tempi di crisi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I torinesi sono stanchi dei parcheggiatori abusivi: "Perché pagarli?"

TorinoToday è in caricamento