Cronaca San Salvario / Via Nizza, 23

Nel ristorante cino-giapponese trovate varie irregolarità e alimenti mal conservati: multa di 28mila euro

E denuncia per il titolare

Alcuni dei prodotti alimentari sequestrati nel ristorante

Multa di oltre 28mila euro, denuncia per alimenti in cattivo stato di conservazione e sequestro di 67 chili e mezzo di prodotti nella serara di ieri, giovedì 4 giugno 2020, per il ristorante cino-giapponese Sushi Mori di via Nizza 23. Il titolare, un cinese di 37 anni, dovrà rispondere in sede penale del reato e provvedere al ripristino delle norme igienico-sanitarie per le violazioni che gli sono state contestate. Sono in corso accertamenti sull'assunzione di 16 dipendenti e su presunte irregolarità edilizie.

Gli alimenti sequestrati erano privi di rintracciabilità, posti all’interno di sacchetti non idonei all’uso alimentare e privi di etichettatura. Si tratta di prodotti di origine animale per alcuni dei quali non è stato possibile neanche risalire alla specie. Del riso cotto era collocato i contenitori sporchi e posizionati sul pavimento.

Al ristoratore sono state contestate, tra le altre cose, anche la mancata comunicazione di ampliamento del locale, l'assenza certificazione di conformità della canna fumaria, nonché per la presenza di un congelatore privo di lettura della temperatura nel quale erano conservati alimenti privi di rintracciabilità; la presenza di bidoni senza un sistema di chiusura adeguata e la mancanza di esposizione dei prezzi per le bevande. A questo si aggiungono carenze igienico-sanitarie e mancanza di protezioni alle aperture del locale.

L'intervento è stato eseguito in modo congiunto dagli agenti sezione VIII (San Salvario-Cavoretto-Borgo Po) della polizia locale insieme ai poliziotti del commissariato Barriera Nizza e del reparto prevenzione crimine e al personale del servizio di igiene dell'Asl Città di Torino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel ristorante cino-giapponese trovate varie irregolarità e alimenti mal conservati: multa di 28mila euro

TorinoToday è in caricamento