La grande umanità degli addetti al controllo sosta di Gtt

Grande esempio di umanità e professionalità degli addetti al controllo della sosta di GTT che pagano la multa da essi elevata ad un anziano cui era appena deceduta la moglie

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

L'episodio dell'addetto GTT al controllo del pagamento della sosta all'interno delle strisce blu che si è proposto di pagare di tasca propria la sanzione da se stesso appena elevata a un veicolo con biglietto scaduto da un paio d'ore e rivelatosi successivamente appartenere a un anziano signore cui era appena deceduta la moglie mette in evidenza alcuni aspetti da non sottovalutare, in primo luogo la colletta degli altri addetti che in tal modo fanno proprio e condividono il "modus operandi" del collega, evidenziando, dunque, come questi operatori, spesso bistrattati dalla cittadinanza, siano, in realtà, dotati di un'ampia sensibilità e della capacità di agire nelle diverse situazioni, ma, al contempo, siano anche ben consapevoli della propria responsabilità operativa.

Credo che a tutti, leggendo, sia immediatamente balenata nella mente la domanda "ma non faceva prima ad annullare la multa?"...ebbene la risposta è che in tal caso questi avrebbe commesso un reato, sia pur per nobili motivi, ma comunque sempre si sarebbe trovato in una situazione di antigiuridicità...piuttosto avrebbe potuto consigliare all'automobilista di proporre ricorso alle competenti Autorità, le quali avrebbero potuto prendere atto dello stato di necessità e procedere all'archiviazione della sanzione, ma ciò avrebbe comportato un ulteriore situazione di stress per il vedovo.

E qui emerge con ancor maggiore evidenza l'umanità degli addetti GTT che, pur avendo a disposizione uno strumento giuridicamente corretto per risolvere la questione, preferiscono farsi carico personalmente del problema!

In qualità di Segretario Provinciale Cisal di Torino, pertanto, plaudo alla bella iniziativa che dimostra di quale professionalità operativa e di quale sensibilità siano dotati gli addetti in oggetto, nella speranza che questo episodio contribuisca ad una loro miglior percezione da parte della cittadinanza: non avvoltoi, ma verificatori del corretto utilizzo delle pubbliche vie in un'ottica di equo trattamento di tutti i cittadini per ciò che concerne il pagamento; non meri esecutori, ma individui in grado di discernere le situazioni e di agire di conseguenza!

Torna su
TorinoToday è in caricamento