Giovane in auto non riesce a evitare due mucche in strada e le investe, uccidendole

Lui si ribalta con il mezzo, ma resta ferito lievemente

Nella tarda serata di sabato 23 maggio 2020, un giovane è stato protagonista di un brutto incidento lungo la ex statale 460 del Gran Paradiso. Tra Pont Canavese e Cuorgné, il ragazzo, che viaggiava a bordo di un'Alfa Romeo Giulietta, si è trovato in mezzo alla carreggiata due mucche e non è riuscito ad evitarle. Il giovane, residente a Valperga, le ha investite uccidendole e si è ribaltato con il suo veicolo. Sul posto sono giunti i soccorsi che hanno accompagnato l'automobilista, per fortuna solo lievemente ferito, all'ospedale di Ivrea. Sono giunti sul luogo dell'incidente anche vigili del fuoco e carabinieri che hanno chiuso la strada per permettere le operazioni di soccorso e verificare la dinamica. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autoparco comunale, Palazzo Civico vende 127 veicoli mediante asta pubblica: l’elenco 

  • Omicidio-suicidio: uccide la moglie che si stava separando da lui e poi se stesso

  • Apre il nuovo centro commerciale: previsti un centinaio di posti di lavoro

  • Prodotti tipici, feste di via e festival: cosa fare a Torino sabato 26 e domenica 27 settembre

  • Elezioni comunali 2020 a Moncalieri: Montagna trionfa al primo turno

  • Suv impazzito travolge cinque pedoni davanti a un déhors: morta una donna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento