Movimento 5 stelle in merito alla mozione "osservatorio metro"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Durante il Consiglio Comunale del 14/10 è stata discussa la mozione del Partito Democratico per la costituzione dell'Osservatorio per il prolungamento della linea 1 della metropolitana, descritto dai medesimi come un "presidio volto ad informare la cittadinanza sullo stato dei lavori e il proseguo dei medesimi, raccogliendo i suggerimenti e coinvolgendo tutti i cittadini". 

In pratica di cosa si tratta? Del PD che si è votato l‘osservatorio PD che controllerà i lavori del PD sulla metro.
Nella mozione infatti viene citata in chiaro l'Associazione Metro-Rivoli sviluppo a Ovest, all'interno della quale ritroviamo diversi nomi di ex consiglieri comunali e provinciali appartenenti al Partito Democratico, uno dei quali, Giuseppe Sammartano è addirittura il Presidente.

Il Movimento 5 Stelle propone nell'immediato due emendamenti al testo: il primo depenna il nome dell'associazione di stampo politico e il secondo volto ad escludere dall'osservatorio tutti quei soggetti che abbiano ricoperto cariche dirigenziali di partiti o gruppi politici e/o che abbiano incarichi all'interno di Società partecipate dei comuni coinvolti dai lavori. Tutto questo per far sì che siano proprio i cittadini, i comitati di quartiere e le associazioni di categoria gli attori principali di questo osservatorio.

Tuttavia si palesa più che evidente la volontà del PD di prevedere in tale Osservatorio la partecipazione esclusiva dell'Associazione Metro-Rivoli sviluppo a Ovest, tant'è che il Presidente della stessa si materializza in aula esattamente durante l'esposizione dei nostri emendamenti, ovviamente respinti.

Abbiamo potuto constatare che la medesima mozione è stata presentata tale e quale anche a Rivoli durante il Consiglio Comunale di luglio, dove l'arroganza del PD l'ha fatta da padrona. In quell'occasione fu invertito addirittura l'ordine delle mozioni per far sì che l'osservatorio fosse approvato quella notte stessa. La vicinanza tra l'Amministrazione e l'Associazione si è resa evidente anche in un recente passato mediante la concessione del patrocinio, nonché mediante la concessione ad uso gratuito della sala consiliare del Comune di Rivoli.

Abbiamo ritenuto giusto non partecipare al voto e crediamo sia doveroso informare i cittadini di quanto accaduto in Consiglio Comunale.
 

Il Gruppo Consiliare MoVimento 5 Stelle Collegno

Torna su
TorinoToday è in caricamento